Archivio News

28/07/2016 - Chiusura estiva

Biblioteca e Museo delle Armi saranno chiusi da Sabato 13 a martedì 16 agosto.


05/05/2016 - Chiusura Biblioteca e Museo delle Armi

Si avvisa la gentile utenza che Biblioteca e Museo delle armi resteranno chiusi dal 9 al 20 maggio per alcuni interventi di restyling che permetteranno di dare nuova veste all'area accoglienza. Ci scusiamo per il disagio e vi aspettiamo sabato 21 maggio per la riapertura.


28/04/2016 - “Storie dal bosco - documenti, immagini e testimonianze di vita nel bosco”

Il Museo delle Armi e della Tradizione Armiera di Gardone Val Trompia, istituzione museale riconosciuta dalla Regione Lombardia, e l'Archivio Storico della Caccia, nato da un accordo di programma tra Regione Lombardia, Provincia di Brescia, Comunità Montana di Valle Trompia e Città di Gardone V.T. inaugurano venerdì 29 Aprile alle ore 20.30, presso Villa Mutti Bernardelli a Gardone Val Trompia, la mostra “Storie dal bosco - documenti, immagini e testimonianze di vita nel bosco”. L'esposizione, ideata e allestita con la collaborazione del Sistema dei Beni Culturali e Ambientali (SIBCA) della Comunità Montana e della Cooperativa A.R.C.A., pone l'attenzione del visitatore su documenti storici, oggetti e immagini che raccontano tradizioni e pratiche legate all'uso delle montagne nel passato. La scelta delle fonti offre un assaggio di usi e modalità di vivere il bosco in forma di stimoli visivi, olfattivi e tattili che potranno diventare punti di partenza per future ricerche e approfondimenti. La selezione dei documenti è stata operata all'interno degli archivi storici dei Comuni aderenti al SIBCA di Valle Trompia, gli oggetti provengono dalla raccolta etnografica dell'Associazione Amici Antica Pieve della Mitria e dal Fondo Casagrande - Centro di documentazione di storia e di vita locale del Comune di Nave, dal Museo Etnografico di Lodrino, dalla collezione di reperti storici venatori della Provincia di Brescia, dal Museo delle Armi e della Tradizione Armiera di Gardone Val Trompia, le fotografie storiche sono state selezionate all'interno della Mediateca della Comunità Montana di Valle Trompia. Nel corso della serata verrà presentato il volume “Il Guglielmo e i suoi versanti in Valle Trompia” scritto dai ricercatori locali Mauro Abati e Piergiorgio Bonetti e promosso dalla Città di Gardone Val Trompia in collaborazione con l'associazione Versanti e Valtrompiacuore. Alla sua realizzazione ha contribuito la Comunità Montana, che lo ha inserito nella collana editoriale “terre”, al fine di valorizzarlo anche al di fuori dei confini della Valle. Attraverso la precisa e puntuale ricostruzione storica-ambientale e una ricca documentazione fotografica, la pubblicazione descrive usanze e tradizioni delle nostre aree montane; permette così all'escursionista di avere un supporto preciso e puntuale per quanto riguarda gli itinerari e un approfondimento storico, valore aggiunto per meglio apprezzare un territorio così ricco di storia. Il volume è disponibile presso il Museo dalla data del 29 Aprile al costo di euro 10. Introdurranno la serata il Sindaco di Gardone Pierangelo Lancelotti, l'Assessore alla cultura della Comunità Montana Clara Ricci, l'Assessore alla cultura del Comune Emilia Giacomelli, l'Assessore alle Attività Produttive, Trasporti, Sport, Caccia, protezione Civile e Patrimonio Germiliano Zoli ; per il volume saranno presenti gli autori Mauro Abati e Piergiorgio Bonetti. La mostra sarà poi visitabile fino al 29 ottobre, nei seguenti orari: martedì e mercoledì dalle 14.30 alle 18.30, giovedì e venerdì dalle 9 alle 12 e dalle 14.30 alle 18.30, sabato dalle 9 alle 12, con ingresso gratuito, sia al museo che alla mostra.


28/04/2016 - “Il Guglielmo e i suoi versanti in Valle Trompia”

“Il Guglielmo e i suoi versanti in Valle Trompia” scritto dai ricercatori locali Mauro Abati e Piergiorgio Bonetti e promosso dalla Città di Gardone Val Trompia in collaborazione con l'associazione Versanti e Valtrompiacuore. Alla sua realizzazione ha contribuito la Comunità Montana, che lo ha inserito nella collana editoriale “terre”, al fine di valorizzarlo anche al di fuori dei confini della Valle. Attraverso la precisa e puntuale ricostruzione storica-ambientale e una ricca documentazione fotografica, la pubblicazione descrive usanze e tradizioni delle nostre aree montane; permette così all'escursionista di avere un supporto preciso e puntuale per quanto riguarda gli itinerari e un approfondimento storico, valore aggiunto per meglio apprezzare un territorio così ricco di storia. Il volume è disponibile presso il Museo dalla data del 29 Aprile al costo di euro 10.

pdf Scarica l'allegato


17/12/2015 - Auguri e Buone Feste

Augurandovi buone feste vi ricordiamo che il Museo sarà chiuso dal pomeriggio del 24 fino al 28 Dicembre compresi e dal pomeriggio del 31 Dicembre fino al 4 Gennaio compresi.


23/07/2015 - Chiusura estiva Museo

Si avvisa che il Museo chiuderà dal 10 al 15 agosto compresi.


23/06/2015 - "Gardone Val Trompia: 1915-2015 Beretta, anatomia di un successo"

Inaugura giovedì 25 giugno alle ore 18.00 presso il Museo delle Armi e della Tradizione Armiera la mostra "Gardone Val Trompia: 1915-2015 Beretta, anatomia di un successo". La mostra, allestita in stretta collaborazione con la Fabbrica d’armi Pietro Beretta, illustra cento anni di produzione armiera partendo dalla prima pistola semiautomatica Beretta presentata nel 1915 ed adottata immediatamente dal Regio Esercito Italiano. In concomitanza con la mostra sarà possibile visitare la Casa Natale della famiglia Beretta recentemente restaurata, in via Zanardelli 101, adiacente alla vecchia fabbrica. La mostra sarà visitabile fino al 5 settembre seguendo gli orari del Museo (martedì, giovedì, venerdì dalle 9.00 alle 12.00 e dalle 14.30 alle 18.30, mercoledì dalle 14.30 alle 18.30, sabato dalle 9.00 alle 12.00). Per informazioni: info@museodellearmi.net, 030.831574. La casa Beretta sarà visitabile il martedì e il venerdì dalle 10.00 alle 12.00 e dalle 15.00 alle 17.00, partenza visite guidate ogni ora, gruppi max 12 persone, non necessita di prenotazione, ingresso libero (chiusura estiva dal 10 al 24 agosto), 030 83411, www.beretta.com

pdf Scarica l'allegato


13/06/2015 - Chiusura Museo per allestimento

Il Museo delle Armi resterà chiuso dal 15 al pomeriggio del 25 per allestimento


18/12/2014 - Chiusure natalizie

Il Museo delle Armi resterà chiuso dal 24 al 29 dicembre, dal 31 dicembre all'1 gennaio, dal 4 al 6 gennaio compresi.


20/11/2014 - “Per non dimenticare…”: reperti degli Alpini dalla Prima Guerra Mondiale

Il Museo delle Armi di Gardone Val Trompia arricchisce la propria esposizione “Gardone e la Valle Trompia nella Grande Guerra 1915-1918. Le armi della Prima Guerra Mondiale” con oggetti e cartoline provenienti dal fronte. Alcuni oggetti vanno a completare I’esposizione riguardante gli armamenti: granate, bombe a mano, equipaggiamenti personali dei singoli soldati. Altri raccontano delle condizioni di vita al fronte in trincea: come si cucinava, come si comunicava con i propri cari a casa, come si trascorreva il tempo libero. Sono esposti diversi esemplari di cartoline di propaganda che promuovono l’intervento bellico con enfasi e toni eroici. L’allestimento di questa nuova sezione della mostra è stato possibile grazie alla collaborazione con gli Alpini di Lumezzane “Sezione di Brescia”, il Museo storico Sezione ANA di Brescia, la Sala museo e cultura “S. Ten. Serafino Gnutti” di Lumezzane, con i collezionisti privati Domenico Gabella e Pierluigi Camangi (che hanno fornito gran parte del materiale), e con gli Alpini di Gardone. L’inaugurazione si terrà sabato 22 Novembre alle ore 10.30 e l’esposizione sarà visitabile negli orari di apertura del Museo: martedì e mercoledì 14.30-18.30, giovedì e venerdì 9.00-12.00, 14.30-18.30, sabato 9.00-12.00; ingresso gratuito per i residenti nei comuni aderenti al Sistema Museale di Valle Trompia, biglietto intero 5 €, ridotto 3 €. Per informazioni info@museodellearmi.net, 030831574.

pdf Scarica l'allegato


16/09/2014 - Le armi della Prima Guerra Mondiale. Gardone e la Valle Trompia nella Grande Guerra 1915-1918

Il Museo delle armi, in occasione del centenario della Prima Guerra Mondiale, ha deciso di riorganizzare la propria esposizione con una mostra tematica di grande respiro, che, con successivi nuovi allestimenti, coprirà il periodo fino al 2018. Il tema della Grande Guerra verrà affrontato sia dal punto di vista dello sforzo bellico (armamenti in dotazione ai paesi in conflitto) sia dal punto di vista politico, sociologico, economico, con particolare riferimento al territorio di Gardone e della Val Trompia. Nella prima sezione verranno esposti i fucili in dotazione ai vari schieramenti, l’analisi tecnologica non sarà fine a sé stessa, ma avrà la funzione di mostrare quale sia stato lo studio meccanico e l’investimento economico dei diversi paesi in un conflitto che può benissimo essere considerato “nuovo” sotto molti aspetti se confrontato con le modalità di affrontare la guerra nei periodi precedenti. La seconda sezione della mostra approfondisce tematiche socio economiche, il primo argomento affrontato, per il 2014-2015, riguarda la vicende del Sindaco socialista gardonese Angelo Franzini e di parte del consiglio comunale che, avendo espresso parere contrario alla guerra in una loro seduta, nel 1915 vennero arrestati e, senza processo, allontanati per anni dalle loro case. Questa sezione è arricchita da documento dell’archivio comunale e da lettere provenienti dal Fondo Bevilacqua di Villa Carcina che raccontano la vita degli internati fuori dal loro paese e i provvedimenti amministrativi presi durante il periodo bellico nella zona di guerra relativa alla Val Trompia. La mostra sarà aperta dal 20 settembre con i seguenti orari: martedì e mercoledì 14.30-18.30, giovedì e venerdì 9.00-12.00 e dalle 14.30-18.30, sabato dalle 9.00-12.00. Costo del biglietto 5 euro (3 ridotto), per informazioni www.museodellearmi.net, 030831474. Il 19 settembre alle ore 18.00 presso il Museo si terrà una conferenza di apertura con i relatori Paolo Pagani, Piergiorgio Bonetti, Massimo Galeri che presenteranno le proprie ricerche sulle vicende degli internati.


24/07/2014 - Chiusura estiva Museo

Il Museo resterà chiuso dall'11 al 16 agosto compresi, riapriremo martedì 19 con gli orari normali.


17/01/2014 - Magnifico Settecento. Il grande capolavoro di Ercole Lelli.

Il Museo delle Armi e della tradizione armiera di Gardone Val Trompia dal 24 al 31 gennaio ospiterà un evento particolare: l’esposizione straordinaria e temporanea dedicata al capolavoro di Ercole Lelli. L’oggetto in questione è il magnifico fucile settecentesco realizzato dall’artista bolognese Ercole Lelli. Egli si occupò di progettare interamente l’arma, dal montaggio alla decorazione del metallo e del legno, realizzando un oggetto meraviglioso sia per i soggetti disegnati che per l’esecuzione finissima a cesello. L’inaugurazione si terrà venerdì 24 gennaio alle ore 21, l’esposizione sarà visitabile seguendo gli orari del Museo: martedì e mercoledì 14.30-18.30, giovedì e venerdì 9.00-12-00 e dalle 14.30-18.30, sabato dalle 9.00-12.00, ingresso gratuito; per informazioni conservatore@museodellearmi.net.


18/12/2013 - Aspettando il Natale!

Domenica 22 Dicembre sarà una giornata densa di iniziative a Gardone Val Trompia. Il Museo delle Armi e della Tradizione Armiera sarà in prima fila con un’apertura straordinaria dalle ore 10.00 alle ore 12.30 in cui sarà possibile accedere a visite guidate gratuite (con la seguente cadenza: ore 10.00, 10.45, 11.30) o vedere liberamente il Museo. Ai visitatori verrà consegnato un coupon che potrà essere presentato ai ristoranti convenzionati per pranzare con un menù tipico a prezzo speciale. I ristoranti che hanno aderito all’iniziativa sono “Il Falconiere” in Via Guglielmo Marconi n. 20 e “La Cascina dei Gelsi” in località Rovedolo. La giornata proseguirà alle 15.00 con l’inaugurazione del Presepio ad Inzino (a cura del Gruppo Amici del Presepio) e alle 15.30 con l’inaugurazione del Presepio in Via Zanardelli (a cura del Comitato Acqualunga). Alle ore 16.15 nella Chiesa Parrocchiale di S. Marco si terrà il Concerto di Natale grazie alla Corale di San Marco e “Le canterine di Gardone”. Per finire questa impegnativa giornata alle ore 17.30 nella Sala Consiliare del Municipio verranno consegnati gli assegni e le borse di studio per gli studenti gardonese più meritevoli ed infine l’Amministrazione comunale porgerà i suoi auguri a tutta la cittadinanza. Per informazioni si può telefonare allo 030/831574 o allo 030/832187.


05/12/2013 - Chiusure natalizie Museo

Avvisiamo i gentili visitatori che il museo durante le festività natalizie resterà chiuso nei seguenti giorni: 24-25-26, 29-30-31 dicemre e 1 gennaio. Buone feste!


11/07/2013 - Chiusura estiva Museo

Il Museo delle Armi resterà chiuso da domenica 11 a lunedì 19 agosto compresi! Buone ferie!


27/12/2012 - Repliche di armi antiche: nuova sezione espositiva al Museo delle Armi e della tradizione armiera di Gardone Val Trompia.

Il Museo delle armi e della tradizione armiera di Gardone Val Trompia arricchisce il proprio percorso espositivo con l’allestimento di una sezione dedicata alle repliche di armi antiche e storiche. Si tratta di creazioni moderne che però ripropongono fedelmente modelli di armi ad avancarica e retrocarica realizzati in epoche e luoghi differenti: dal settecento al pieno ottocento, dai modelli francesi alle armi americane. La produzione delle repliche, fiore all’occhiello dell’attività armiera valtrumplina e bresciana, ha uno stretto e affascinante legame con il mondo del cinema; numerosi sono i film di Hollywood in cui sono state utilizzate armi bresciane: Balla coi lupi, L’ultimo dei Mohicani, La maledizione della prima luna, Master and Commander, per citarne solo alcuni. Inoltre tutta una serie di appassionati ricerca le repliche bresciane, sia per collezioni personali che per competizioni di tiro, nazionali ed internazionali, dove le armi ottengono ottimi risultati. La nuova sezione espositiva, ancora in allestimento ma già visitabile, nasce dalla collaborazione con il Consorzio Armaioli Italiani e dalla sensibilità delle aziende che hanno messo a disposizione i loro migliori modelli: Chiappa Firearms, F.A.P. di F.lli Pietta, Investarm, Davide Pedersoli e A. Uberti.


08/12/2012 - Museo delle Armi a Caccia e Country Expo 8-9 dicembre 2012

Il Museo delle Armi sarà presente alla fiera di Forlì "Caccia e Country Expo" nei giorni 8 e 9 dicembre 2012.

Sito della Fiera


04/12/2012 - Risorgimenti. Un periodo storico attraverso le testimonianze conservate negli archivi e nelle istituzioni museali locali

L'esposizione circuterà da novembre 2012 a ottobre 2013 tra i comuni di Bovezzo, Concesio, Gardone V.T., Lodrino, Lumezzane, Marcheno, Ome, Pezzaze, Polaveno e Sarezzo. Il percorso prevede l'esposizione di pannelli che presenteranno la riproduzione di fonti archivistiche, stampe, dipinti, fotografie e monete relativi al periodo storico che va dall'origine del Risorgimento (1796-1815) al periodo post-unitario (1860-1872). L'esposizione sarà ospitata a Gardone V.T. dal 4 Dicembre al 12 Gennaio.


04/07/2012 - Chiusura estiva del Museo

Il Museo sarà chiuso nel periodo estivo dal 12 al 20 agosto compresi. Vi auguriamo buone vacanze!


20/03/2012 - "QUANDO SUONAVANO STRADE E PIAZZE”: RICHIESTA DI COLLABORAZIONE

L’Associazione Valtrompiacuore ha il piacere di comunicare che è in preparazione un nuovo volume dedicato alla storia gardonese dal titolo provvisorio “QUANDO SUONAVANO STRADE E PIAZZE. Bande, complessi mandolinistici, orchestrine e suonatori gardonesi nella prima metà del Novecento”. Curatore editoriale è Mario Mari, presidente dell’Associazione; autore è Franco Ghigini, studioso gardonese. Il volume, come spiegato nella nota sotto riportata, sarà dedicato alle molteplici esperienze musicali a Gardone V.T. nel secolo scorso, sino circa agli anni Sessanta, con particolare attenzione per i sodalizi bandistici e mandolinistici d’inizio secolo e all’evoluzione della pratica musicale nei decenni successivi sino al secondo dopoguerra. Intento dell’autore e del curatore è far sì che il volume sia frutto di una ricerca aperta e condivisa e che, accanto a riscontri archivistici e bibliografici, vengano valorizzate le testimonianze personali dei gardonesi. Per questo invitano chiunque abbia aneddoti da raccontare, ricordi da condividere o fotografie da mostrare a contattare Mario Mari (030.8912382 – info@valtrompiacuore.it) o Franco Ghigini (030.8913839 – f.ghigini@alice.it).

pdf Scarica l'allegato


08/03/2012 - "...Dimenticàti" di Patrik Reboldi mostra fotografica di archeologia industriale

La mostra fotografica sull’archeologia industriale realizzata da Patrik Reboldi, con inaugurazione sabato 17 marzo alle ore 11.00, verrà ospitata fino al 31 marzo 2012 all’interno del Museo delle armi e della tradizione armiera di Gardone Val Trompia, presso Villa Mutti Bernardelli in Via XX Settembre 31. L’esposizione è frutto di un complesso lavoro di ricerca tra le province di Brescia e Bergamo per individuare e documentare una serie di luoghi e strutture un tempo attivi e ormai abbandonati. Le ambientazioni degli scatti sono molto diverse tra loro: dall’ex ferriera Fenotti Comini e l’ex conceria Andri a Nave, l’ex rifugio degli Alpini sul Monte Maddalena, agli ex Sanatori di Borno in alta Val Canonica, all’ex cementificio F.lli Pesenti a Bergamo. Ma tutte hanno in comune una grande capacità narrativa: “è come se in un vecchio tavolo o luogo esista un’anima che racconta e fa rivivere la propria storia”, dice il fotografo E così la serie di immagini, in un suggestivo bianco e nero, accompagna il visitatore in un viaggio tra presente e passato, suscitando emozioni e riflessioni su questi luoghi abbandonati che rappresentano la memoria di importanti attività produttive, ma sono anche emblema di spreco e cattiva gestione del patrimonio pubblico. La mostra “…Dimenticàti”, quindi, non vuole essere fine a sé stessa, ma speranza e spunto di riflessione perché le persone non dimentichino, anzi ricordino. L’esposizione sarà visitabile nei seguenti giorni e orari: martedì e mercoledì dalle 14.30 alle 18.30; giovedì e venerdì dalle 09.00 alle 12.00 e dalle 14.30 alle 18.30; sabato dalle 09.00 alle 12.00. Inoltre è prevista un’apertura pomeridiana straordinaria domenica 18 marzo dalle 14.00 alle 18.00. per tutta la durata della mostra sarà possibile visitare gratuitamente anche il Museo delle Armi.


23/12/2011 - Auguri di Buone Feste

Vi auguriamo buone feste e vi ricordiamo che saremo chiusi il 24-25-26 e 31 dicembre, 6 gennaio; gli altri giorni saremo aperti con l'orario normale. Vi aspettiamo! La Direzione


25/10/2011 - Mostra "Gardone 1981: uomini,equipaggiamenti, economia"

La mostra si svolge da ottobre 2011 a gennaio 2012 all’interno dei locali del Museo delle armi e della tradizione armiera di Gardone Val Trompia presso Villa Mutti-Bernardelli in Via XX Settembre 31. L’esposizione nasce all’interno della programmazione delle manifestazioni per celebrare il 150° dell’Unità d’Italia. Si è cercato di dare un taglio che ponesse l’attenzione alla situazione economica, sociale e produttiva di Gardone e della Val Trompia negli anni dell’unità. La mostra parte quindi dalla situazione generale dell’Italia per arrivare alla realtà locale, che nel suo piccolo rispecchia in pieno il clima culturale di scoperta e difesa degli ideali risorgimentali rappresentati, ad esempio, dai volontari garibaldini della valle. Stessa cosa si può vedere nello sviluppo economico legato alla produzione armiera e alle lavorazioni siderurgiche. I testi che accompagnano l’esposizione, frutto di collaborazioni interessanti con il Sistema Archivistico e il Sistema Museale, sono stati volutamente impostati in modo semplice e conciso, per permettere al visitatore di avere una visione generale, ma non superficiale, degli argomenti trattati. L’esposizione è articolata in tre sezioni: “Uomini”:sezione che inquadra alcuni personaggi della Val Trompia che hanno operato nel periodo unitario. “Equipaggiamenti”:presenta l’evoluzione tecnologica degli armamenti negli anni dell’unità e le dotazioni militari degli eserciti del periodo. “Economia”: la sezione illustra la gestione della produzione dalla dominazione austriaca alla prima industrializzazione dei vari stabilimenti valtrumplini. Sono presenti documenti storici emanati dalle istituzioni che nel corso dei decenni a cavallo dell’Unità d’Italia si occuparono dell’economia gardonese. Il visitatore avrà la possibilità di vedere documenti, armi e oggetti che normalmente non sono esposti al pubblico e che sono stati prestati per l’occasione dall’Archivio storico della caccia di Gardone, dalla Fondazione Pietro Malossi di Ome e dalla Fabbrica d’armi Pietro Beretta.


14/10/2011 - Presentazione del volume I ROCCOLI DELLA MEDIA VALTROMPIA I luoghi, gli uomini, le tecniche dell’uccellagione

Alle ore 20.00 presso il Museo delle Armi di gardone Val Trompia, Villa Mutti Bernardelli, Via XX Settembre, sarà presentato il volume I Roccoli della Media Val Trompia. Interverranno anche il Sindaco di Gardone Dott. Michele Gussago e il Direttore del Settore Caccia e Pesca della Provincia di Brescia Dott. Federico Pea. Verrà presentata la programmazione dell'attività dell'Archivio storico della Caccia e sarà in distribuzione il relativo dvd.


13/07/2011 - Chiusura estiva Museo

Si avvisa che il Museo delle Armi e della Tradizione Armiera resterà chiuso dall'8 al 22 Agosto compresi per manutenzione.


03/05/2011 - Festival letterario

Il 5, 6, 7 Maggio in Villa Mutti Bernardelli a Gardone Val Trompia si svolgerà la terza edizione del festival letterario "Oblomov, letti in valle", dove sarà possibile incontrare diversi autori ospiti della Biblioteca di Gardone: Paolo Nori, Marco Malvaldi, Diego De Silva, Andrea De Carlo e Elena Valdini. Ricordiamo che in occasione del festival il Museo delle Armi prolungherà il proprio orario di apertura fino alle ore 20.30, il giorno 7 il Museo sarà aperto dalle 18.30 alle 20.30! Vi aspettiamo!!!

Biblioteca comunale di Gardone Val Trompia


26/04/2011 - Intervento di Marco Scipioni

Ecco l'intervento di Marco Scipioni, Esperto di armi fini della rivista “Armi Magazine” letto durante la presentazione del volume "L'arte del fucile italiano" del 5 Aprile

pdf Scarica l'allegato


22/04/2011 - Il Museo delle Armi a Travagliato Cavalli

Il Museo delle Armi di Gardone sarà presente alla fiera di Travagliatocavalli dal 22 al 25 Aprile insieme ad un gruppo di incisori che operano a Gardone per promuovere le attività e la storia del territorio di Valle Trompia.

Sito fiera Travagliatocavalli


14/04/2011 - Settimana della cultura

Per la XIII Settimana della Cultura Musei aperti gratuitamente e una serie di iniziative particolari in tutta la Valle Trompia

Settimana della Cultura in Val Trompia

pdf Scarica l'allegato


09/04/2011 - Il Museo di Gardone presente ad EXA 2011

Il Museo delle Armi e della tradizione armiera sarà presente ad EXA 2011 dal 9 al 12 aprile nello stand del Consorzio Armaioli. Conservando il biglietto di EXA avrete diritto ad un ingresso gratuito valido per tutto il 2011 per visitare il nostro museo!

EXA 2011


05/04/2011 - Presentazione del volume L'arte del fucile italiano

Il giorno 5 Aprile alle ore 21.00 nella sala multimediale del Museo delle Armi sarà presentato il volume "L'arte del fucile italiano" di P. Callioni e D.Sundseth.


17/03/2011 - Il museo incontra l'archivio: documenti dall'Unità d'Italia

In concomitanza con i festeggiamenti per il 150° dell'Unità d'Italia a partire dal 17 marzo verranno esposti alcuni documenti provenienti dall'Archivio storico comunale riguardanti le prime amministrazioni comunali nel nuovo Regno d’Italia. Saranno presenti tre proclami per la nomina dei consiglieri comunali nei tre comuni di Gardone, Magno, Inzino del gennaio 1860 e due discorsi per le celebrazioni del regno d’Italia del marzo 1860. I documenti anticipano in parte la mostra, ora in via di definizione, che sarà inaugurata ad ottobre e resterà aperta fino a dicembre.


03/03/2011 - Profilo Facebook e Twitter

Da questa settimana il Museo delle Armi e della Tradizione Armiera è presente anche su Facebook e Twitter. In questo modo sarà ancora più semplice ricevere informazioni e news sull'attività del Museo. Ricordiamo che è possibile anche iscriversi alla nostra Newsletter direttamente dal sito del Museo.

Facebook


31/12/2010 - Giorni di chiusura del museo per festività

Carissimi visitatori , avvisiamo che il museo resterà chiuso dal 31 dicembre sino al 9 gennaio. Cogliamo inoltre l'occasione per augurare a tutti buone feste! La direzione


16/12/2010 - Aperture domenicali

Da gennaio 2011 le aperture domenicali verranno effettuate solo su prenotazione. La Direzione


25/11/2010 - Presentazione Audio Video guida

La S.V. è invitata all'inaugurazione del nuovo allestimento multimediale del Museo delle Armi e della Tradizione Armiera di Gardone Val Trompia (Bs) Venerdì 26 Novembre 2010 alle ore 11.00 presso la Villa Mutti Bernardelli Via XX Settembre 25063 Gardone Val Trompia (Bs) Tel. 030/831574 Ore 11.00 conferenza stampa Ore 11.30 Visita al Museo


25/11/2010 - presentazione nuovo allestimento multimediale del museo

Il 26 novembre alle ore 11.00 si terrà presso il Museo delle armi e della Tradizione Armiera di Gardone Val Trompia la conferenza stampa per l'inaugurazione del nuovo allestimento multimediale. Il progetto finanziato da Regione Lombardia con il bando cultura Musei per l'anno 2009, propone una interessante ed innovativa realizzazione di un sistema di audio-video guida in Italiano ed in inglese. Le tecnologie proposte nell'allestimento creano un percorso sensoriale che guida il fruitore all'ascolto delle voci narranti e all'ascolto dei suoni originali. il visitatore ha poi la possibilità di approfondire, in base alle proprie esigenze, le tematiche contenute nell'audio-video guida. I visitatori potranno noleggiare le audio-video guide al book shop del Museo.

pdf Scarica l'allegato


10/11/2010 - ATTENZIONE!!!! NUOVE SCHEDE STORIOLANDO!!

All'interno della nostra rubrica "storiolando" potete consultare due nuove schede riguardanti la produzione armiera in Valtrompia!!


13/10/2010 - Nuova scheda Storiolando!!!

Potrete trovare nella sezione storiolando una nuova scheda . Riguarda l'ultima nostra acquisizione : una pistola emiliana con canna di Lazarino Cominazzo, fine sec. XVII.


25/09/2010 - Sabato 25 settembre viene presentato un DVD dell'Archivio

L’Archivio Storico della Caccia di Gardone V.T. arricchisce la propria offerta a utenti e appassionati con la presentazione, nella mattinata di sabato 25 settembre presso villa Mutti-Bernardelli, di un nuovo supporto mediale in formato dvd. Si tratta di un prodotto decisamente innovativo, realizzato dalla cooperativa ARCA per conto del Comune di Gardone e contenente una cospicua quantità di dati e informazioni utili sia per comprendere come nei suoi primi tre anni di vita l’Archivio si sia sviluppato e abbia lavorato per acquisire, censire e rendere fruibili documenti inerenti l’arte di Diana, sia per un uso più diretto delle stesse fonti documentali cui attingere per eventuali ricerche. E’ sotto quest’ultimo aspetto che il dvd contiene elementi che gettano una luce sul futuro dell’archivistica: è infatti possibile attraverso tale strumento accedere a una banca dati interattiva e, limitatamente ad alcuni Comuni all’interno delle zone della provincia i cui archivi sono stati censiti per gli ambiti specifici delle tematiche venatorie (i tre Censimenti sin qui svolti comprendono la Valle Trompia, la Valsabbia e il Sebino Bresciano), vi è la possibilità di visionare fotografie di documenti in digitale. Di fatto ciò costituisce una vera e propria fase sperimentale, nella prospettiva futura di una consultazione dei documenti per mezzo di strumenti informatici, senza più bisogno di prendere in mano ogni volta faldoni, buste e fogli. I Comuni dei quali è disponibile nel dvd, a livello di esempio, questo tipo di consultazione sono per la Valtrompia Collio e Lodrino, per la Valsabbia Lavenone e per il Sebino Bresciano Marone. Nella parte più tradizionale del dvd sono tracciate la storia e la presentazione dell’A.S.C.; quindi vi è una panoramica dei fondi ivi conservati, sono indicati gli strumenti per la ricerca e infine le promozioni in essere. Giova ricordare tra l’altro che l’A.S.C. ha recentemente implementato una sua sezione all’interno del sito www.museodellearmi.net dove chi fosse interessato nel prossimo futuro potrà trovare tutte le informazioni circa l’attività dell’istituto oltre che, naturalmente, del Museo della Armi e della Tradizione Armiera di Gardone. Iscrivendosi poi all’indirizzario di posta elettronica del sito, oppure lasciando i propri recapiti presso gli uffici dell’Archivio di via XX Settembre, sarà possibile per gli utenti ricevere le novità direttamente a casa sul proprio pc. Il dvd come si diceva all’inizio sarà ufficialmente presentato la mattina di sabato 25 settembre alle ore 10,30 presso villa Mutti-Bernardelli, in occasione delle iniziative “Giornata Europea del Patrimonio” e “Fai il pieno di cultura”, durante lo svolgimento dei quali sia il Museo delle Armi che l’A.S.C. resteranno aperti al pubblico.


21/09/2010 - IV Commissione provinciale in visita all'ASC

Nel pomeriggio di martedi 21 settembre la IV Commissione consiliare della Provincia di Brescia ha fatto visita all'Archivio Storico della Caccia. I consiglieri, accompagnati da due funzionari dell'ente, sono stati accolti dal Sindaco di Gardone e dal personale dell'ASC; dopo un incontro introduttivo e gli interventi del Sindaco Gussago, del dott. Pea della Provincia, del dott. Galeri della cooperativa ARCA i consiglieri hanno visitato i locali dell'Archivio, quindi il Museo delle Armi e della Tradizione Armiera, quindi si sono diretti al Museo armiero della ditta Beretta.


08/09/2010 - Storiolando : nuova scheda !!!

Per tutti gli appassionati della nostra rubrica Storiolando: nuova scheda sulla fabbrica Bresciana armi.


24/08/2010 - Storiolando

Da qualche giorno sul stio del Museo, compare la rubrica "Storiolando" che presenta schede storiche, curiosità e cronache sulla tradizione, sulla produzione armiera, sulle tecnologie di lavoro e sulla cronaca degli anni passati inerente queste tematiche. Le schede vengono inserite con periodicità quindicinale e rappresentano uno stimolo alla conoscenza, alla ricerca e alla documentazione sull'attività armiera gardonese , al lavoro di oggi e che nei secoli ha caratterizzato la vita di un'intera comunità. P.B e S.Z.


13/08/2010 - Chiusura Archivio Storico della Caccia

Si informa che l'Archivio Storico della Caccia resterà chiuso dal 16 al 22 agosto.


10/08/2010 - Chiusura estiva del Museo delle Armi

Il Museo delle Armi e della Tradizione Armiera rimane chiuso dal 9 al 23 agosto.


03/08/2010 - Pronto il terzo censimento ASC: Sebino Bresciano

Dopo i censimenti, relativi al tema della caccia, effettuati negli archivi storici comunali di Valtrompia e Valsabbia, è stato consegnato nei giorni scorsi in Regione Lombardia il III censimento riguardante il comprensorio della Comunità Montana del Sebino Bresciano, costituito da nove comuni: Iseo, Marone, Monte Isola, Monticelli Brusati, Ome, Pisogne, Sale Marasino, Sulzano e Zone. Il lavoro, svolto dall’ottobre 2008 all’aprile 2009 dalla cooperativa A.R.C.A. e promosso dalla Regione Lombardia, Provincia di Brescia, S.I.B.C.A. e Comune di Gardone V.T., ha permesso di rinvenire, in un periodo compreso fra XV e XX secolo, ben 415 unità archivistiche, fascicoli o registri, di documentazione afferente all'argomento venatorio. Nonostante il numero assai inferiore dei comuni censiti (solo 9, rispetto ai 19 della Valtrompia e ai 15 della Valsabbia) si può comunque affermare che anche la zona prospiciente il lago d'Iseo vanti una significativa presenza e diffusione dell'attività venatoria. Grazie a questo censimento dunque si ampliano le possibilità offerte a studiosi e ricercatori di avviare un percorso di indagine mirata per rintracciare argomenti di approfondimento sulle tematiche venatorie relative a questa porzione della nostra provincia. Peraltro va sottolineato che quattro dei nove comuni i cui archivi sono stati oggetto del censimento aderiscono al Servizio Archivistico Territoriale della Comunità Montana del Sebino Bresciano, ente che, in coordinamento con gli stessi Comuni, dal 2004 ha intrapreso un'efficace azione diretta alla salvaguardia, promozione e valorizzazione del bene archivistico. Non a caso recentemente anche il sito informatico della stessa Comunità è stato arricchito di una sezione dedicata specificatamente agli archivi comunali del Sebino. Dal punto di vista tecnico il censimento è stato compiuto in linea con le procedure già ben definite nei due precedenti, con una sola variante: poiché infatti non tutti gli archivi erano dotati di inventari o elenchi, si è proceduto esaminando sistematicamente tutta la documentazione e rilevando quella che riguardasse la materia venatoria, per fornire indicazioni il più possibile rigorose al fine di un'eventuale ricerca. Ecco dunque segnalata la presenza delle richieste per il porto d'arma, i registri dei permessi, le aste per gli affitti di uccellande o roccoli, calendari venatori, pratiche d'incanti vari, opuscoli normativi, circolari e tante, tante contravvenzioni. Da questa svariata tipologia emergono i variopinti risvolti contenutistici, le evoluzioni di un'arte che sembra non avere origine, le diverse tecniche di cacciagione mutate nel corso di secoli, le differenti tipologie di selvaggina cacciabile o proibita, i tempi, le suddivisioni del territorio, la gestione dei beni patrimoniali, l'affascinante toponomastica storica e tanto altro ancora. Una curiosa singolarità evidenziata dal censimento archivistico del Sebino Bresciano è stato invece il rinvenimento a Marone e Zone di documenti prodotti dalle sezioni comunali della Federazione Italiana della Caccia (meglio nota come Federcaccia), una particolarità questa non riscontrata nei censimenti valtrumplino e valsabbino. La consultazione dei risultati di questo terzo censimento, al pari degli altri due, è possibile compierla comodamente a Gardone V.T., digitando l’indirizzo http://archivio.biblioteca.lan presso le postazioni destinate agli utenti dell’Archivio Storico della Caccia e della Biblioteca di villa Mutti-Bernardelli, l’edificio storico in cui hanno sede anche la Biblioteca Comunale e il Museo della Tradizione Armiera.


03/08/2010 - Acquisito l'Archvio del Comitato Provinciale della Caccia

L’Archivio Storico della Caccia (A.S.C.) di Gardone Val Trompia cresce e si arricchisce di una nuova fonte documentale di primaria importanza: l’archivio del Comitato Provinciale della Caccia di Brescia. L’ente fu istituito nel 1939 con un regio decreto e fu soppresso nel 1977 in applicazione di una legge regionale. Si tratta di un fondo costituito da 116 faldoni e 84 registri che la Provincia di Brescia ha affidato al Comune di Gardone e segnatamente all’A.S.C.; al fine di ricomporre la completezza dell’archivio restano da acquisire 49 registri custoditi presso l’archivio storico della Provincia. Quanto passato a Gardone costituì nel 2007 il primo complesso documentario dell’allora nascente Archivio Storico della Caccia e ora, da ammasso informe di carte, è divenuto un ben organizzato fondo archivistico a disposizione di studiosi, appassionati, cultori dell’arte di Diana o di semplici profani curiosi di conoscere e indagare l’attività di questo ente del passato. Un ente che fin dalla sua istituzione fu assai prolifico a Brescia, in quanto collocato in una delle province a maggior rilevanza venatoria, dove la caccia è da sempre tradizione, passione e, per qualcuno, quasi vocazione. Erede delle Commissioni Venatorie, il Comitato si riferiva alle leggi nazionali in tema di caccia e fu un organo prevalentemente consultivo. Esso era presieduto dal capo dell’Ispettorato Provinciale dell’Agricoltura. Le funzioni, ribadite e ampliate dalla riforma del 1955, spaziavano dalla propaganda delle disposizioni settoriali alla gestione del ripopolamento faunistico, dal parere su concessioni e revoche di bandite e riserve di caccia alla pubblicazione del calendario venatorio. Con una legge del 1967 le facoltà e i poteri del Comitato vennero rinforzati, anche in virtù dell’entrata in vigore del nuovo regime di caccia controllata, che attribuiva all’organismo funzioni di gestione e vigilanza. Il Comitato bresciano ebbe vita ancora per un decennio, come già accennato, in quanto la Regione, sulla scorta del decentramento di funzioni del D.P.R. 616/1977, lo incluse tra gli enti da abolire; il personale fu trasferito presso la Provincia che assunse così le funzioni dell’organismo soppresso. Dal punto di vista del contenuto va detto che all’interno del fondo, organizzato in 48 titoli per il periodo 1940-1972 e 34 per quello 1972-1977, oltre ai più diversi documenti (disposizioni, corrispondenza, contravvenzioni, registri degli appostamenti fissi per i capanni ecc.) si possono vedere fotografie in bianco e nero relative a catture di animali nocivi nonché di mappali e planimetrie di zone di caccia anche antecedenti l’istituzione dei Comitati Provinciali della Caccia. Ogni titolo è a sua volta suddiviso in varie classi, in cui si individuano più nello specifico i contenuti dei singoli argomenti, e infine vengono descritti analiticamente i documenti delle singole buste. Dunque un lavoro accurato, e foriero di futuri sviluppi, condotto dalla cooperativa A.R.C.A. con la partecipazione della Regione Lombardia, della Provincia di Brescia, della Città di Gardone V.T., della Comunità Montana di Valle Trompia e del SIBCA (Sistema Beni Culturali e Ambientali), in cui lo stesso A.S.C. è inserito.


08/06/2010 - On-line il sito web

Finalmente on-line il sito web del museo, grazie al quale potrete rimanere sempre aggiornati sulle novità, gli eventi, mostre e le attività da noi proposte.


08/06/2010 - Newsletter

Iscrivetevi alla newsletter; è completamente gratuito, e grazie ad essa potrete sempre essere informati in tempo reale su tutte le news del nostro museo. Date degli eventi, Orari di apertura e i periodi delle mostre saranno inviati direttamente sulla vostra casella di posta elettronica in modo del tutto automatico.

Clicca qui per iscriverti


Credits Cheleo Multimedia